Reggiolo

La natura originaria di avamposto fortificato, a presidio del territorio verso Mantova, si evince oggi dalla maestosa Rocca di cui oggi si conserva il Torrione centrale,

Informazioni e contatti

C.A.P.: 42046
Patrono: San Venerio abate (7 Luglio)
Giorno di mercato: venerdì
Frazioni: Brugneto, Villanova
Altitudine m: 20
Abitanti: 9.145 al 31 dicembre 2018
0522 213724 Comune di Reggiolo

Comune Reggiolo

Come arrivare

In auto: dal casello Reggiolo-Rolo sull'autostrada A22 Km 5;
da Reggio Emilia seguire SP.5 direzione Novellara-Reggiolo
In treno: dalla stazione FS di Reggio Emilia prendere linea TPER Reggio-Guastalla e poi bus SETA extraurbano n. 87
In autobus: da Piazzale Europa a Reggio Emilia bus SETA extraurbano n.87

Notizie storiche

Reggiolo fu citata per la prima volta nel 1044 in un atto dei Canossa e fu sede di un importante porto fluviale. Passò poi ai Bonaccolsi e ai Gonzaga, al cui Ducato fu annessa fino al 1631 per poi passare a Guastalla. Nel 1748, dopo la pace di Aquisgrana, l'ex Ducato di Guastalla fu assegnato al Ducato di Parma e Piacenza, governato dai Borboni. Nel frattempo si completano le opere di sistemazione idraulica e sorgono piccole industrie di trasformazione di prodotti come filande e lanifici. Dal 1847 al 1869 Reggiolo fu annessa al Ducato di Parma e Modena fino a diventare parte dello Stato italiano.
Attualmente, è un comune prevalentemente dedito all'attività artigianale e industriale, con particolare riferimento al settore dell'edilizia, dell'abbigliamento, della metalmeccanica e della chimica.

Nella notte tra il 24 e il 25 luglio del 1115, a Bondanazzo, già Bondeno di Roncore, nel Comune di Reggiolo è morta Matilde di Canossa, una delle donne più potenti e influenti del Medioevo.

Links utili