Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Località / Reggio nell'Emilia in Reggio Emilia

Reggio nell'Emilia

Una città a misura d'uomo in vetta alle classifiche delle città più prospere e vivibili d'Italia: conosciuta per l'elevato livello dei servizi e per l'operosità e l'ingegno dei suoi abitanti.

Informazioni

Altitudine: 58 m
Abitanti: 172.139 (al 31 Dicembre 2018 - fonte Regione Emilia-Romagna)
Prefisso telefonico: 0522
Cap zona centro: 42121
CAP nord-est: 42122 
CAP zona sud: 42123
CAP zona ovest: 42124
Mercato settimanale: Martedì e Venerdì
Santo Patrono: San Prospero (24 Novembre)

Contatti

Telefono -  Phone 0522 456111 - Centralino Municipio
Telefono -  Phone 0522 456660 - Urp (Ufficio Relazioni con il Pubblico)
Telefono -  Phone 0522 451152 - Iat (Informazione Accoglienza Turistica)
Email comune.informa@comune.re.it
Email iat@comune.re.it
Sito web - Website Comune di Reggio Emilia
Sito web - Website Comune Informa
Sito web - Website IAT

Come arrivare

A1 - SS9 - SS63 - SS467 - SS468 - Stazione FS - Stazione AV
Vie di accesso: La città, racchiusa tra i quartieri periferici dell'esagono della vecchia circonvallazione (corrispondente al perimetro delle antiche mura) è posta sulla Via Emilia, confinante ad ovest con la provincia di Parma ed a est con la provincia di Modena. Il percorso parallelo dell'Autostrada A1 Milano\Roma è considerato la più veloce e diretta via di comunicazione ai principali centri della Regione (es. Bologna a circa 30 minuti, Milano a 1 ora e mezzo). La Statale 63 collega (dir.nord) la città alla provincia di Mantova; la stessa in direzione opposta verso gli Appennini (Passo del Cerreto e La Spezia). La città è collegata con la SS467 a Sassuolo in direzione Appennino modenese e con la SS468 a Correggio e Carpi.

Cenni storici

Con l'arrivo dei Romani, all'inizio del II secolo A.C., Reggio Emilia (Regium Lepidi) diviene un centro urbano inserito nel sistema viario fondato sulla via Emilia, mentre, all'intorno, la pianura viene bonificata e colonizzata. Sparsi ritrovamenti testimoniano di una vita economica che si mantiene intensa per tutto il periodo imperiale fino alle invasioni barbariche. A partire dal VIII secolo la continuità dei poteri civili e il permanere della struttura urbana sono garantiti dal Vescovo. Nel XI secolo è in terra reggiana il cuore della contea di Matilde, fortificato da un imponente sistema di castelli. Tra le mura di Canossa, nel 1077, si svolge uno degli avvenimenti più conosciuti delle lotte per le investiture: l'imperatore Enrico IV, in veste di pellegrino invoca davanti al Papa Gregorio VII, lo scioglimento della scomunica. Intanto sulle ceneri del feudalesimo stanno nascendo i liberi comuni: Reggio Emilia è tra i primi. Agli inizi del XV secolo passa sotto il dominio degli Estensi. Presenze importanti segnano il Rinascimento reggiano: da Matteo Maria Boiardo, conte di Scandiano, il poeta dell'Orlando Innamorato, che fu governatore di Reggio verso la fine del XV secolo, a Ludovico Ariosto, il grande poeta dell'Orlando Furioso, nato a Reggio Emilia nel 1474. I secoli XVII e XVIII sono tormentati da guerre, pestilenze e saccheggi di opere d'arte. Nei periodi di pace, la creatività dei reggiani ha modo di manifestarsi con l'edificazione di sontuosi palazzi e numerosi edifici religiosi, primo fra tutti l'imponente Basilica della Ghiara innalzata, con eccezionale concorso d'artisti, nella prima metà del seicento e con il mirabile sviluppo dell'arte della seta. Il 7 gennaio 1797, prima sede di un parlamento italiano, Reggio Emilia vede nascere con la Repubblica Cispadana, il Tricolore, futura bandiera d'Italia. Durante il ventennio fascista sempre vivo restò a Reggio Emilia lo spirito di resistenza che culminò nella lotta di liberazione. Per l'apporto dato dalla città alla riconquista della libertà, il gonfalone di Reggio Emilia è stato decorato con medaglia d'oro al valor militare.

La Mazurka di Dąbrowskiego (Inno Nazionale della Polonia) è stata scritta da Jozef Wybicki nel luglio del 1797 a Reggio Emilia.

Ville o frazioni

- Bell'Albero-Premuda Km 1,5 - sud-ovest, direzione Cavriago
- Buco del Signore - a sud-est del centro città, direzione Scandiano
- Buon Pastore km 1,40 - a sud del centro città
- Cadè km 10,25 - Via Emilia, direzione Parma
- Canali km 6,25 - Via Settembrini, direzione Albinea
- Carrozzone km 2,2 - ovest, direzione Parma
- Castellazzo km 10,45 - direzione San Faustino/San Martino in Rio
- Cavazzoli km 3,75 - a nord del centro città, direzione Mantova
- Cella km 8,50 - Via Emilia, direzione Parma
- Codemondo km 6,50 - direzione Cavriago
- Corticella km 11,25 - ad est del centro città, dopo Bagno
- Coviolo km 5,50 - direzione sud, tra Codemondo e Rivalta 
- Fogliano km 7,50 - a sud del centro, direzione Scandiano
- Gaida km 11,25 - Via Emilia, direzione Parma
- Gardenia km 1,2 - nord-ovest direzione Reggio Emilia Santo Stefano
- Gattaglio m 950 - sud-ovest, direzione Cimitero Monumentale
- Gavassa km 4,50 - a nord-est della città, direzione Correggio
- Gavasseto km 7,75 - direzione sud, tra Fogliano e Marmirolo
- Mancasale km 2,75 - a nord, direzione Bagnolo in Piano e per Mantova
- Marmirolo km 9,50 - Via Emilia, direzione Modena 
- Masone km 7,75 - Via Emilia, direzione Modena
- Massenzatico km 7,50 - a nord, direzione Correggio/Bagnolo in Piano
- Mirabello km 1,2 - est, direzione Rubiera
- Orologio km 2,1 - sud-ovest, direzione Cavriago
- Ospizio km 1,75 - Via Emilia, direzione Modena
- Pappagnocca - a sud-est del centro città, direzione Scandiano
- Pieve Modolena km 3,75 - Via Emilia, direzione Parma
- Pratofontana km 6,50 - a nord, direzione Bagnolo in Piano
- Regina Pacis km 1,7 - sud-ovest, direzione Cavriago
- Rivalta km 6,50 - a sud, direzione Castelnovo ne' Monti
- Roncadella km 8,25 - Via Emilia, direzione Modena
- Roncina km 3,2 - sud-ovest, direzione Cavriago
- Roncocesi km 7,00 - a nord del centro città tra Sesso e Cella
- Rosta Nuova - a sud-est, confinante con il centro città
- Sabbione km 11,00 - direzione Scandiano dopo Gavasseto
- San Bartolomeo km 8.75 - direzione Bibbiano/Quattro Castella, dopo Codemondo
- San Maurizio km 3,75 - Via Emilia, direzione Modena
- San Pellegrino km 2,25 - a sud del centro, direzione Rivalta
- San Prospero Strinati km 3,00 - a nord, direzione Mancasale
- Santa Croce km 2.76 - a nord del centro città, direzione Bagnolo in Piano
- Tondo km 1,7 - nord-ovest, direzione Sesso
- Tribunale - San Polo km 1,5 - nord
- Villa Bagno km 10,75 - Via Emilia, direzione Modena
- Villa Sesso km - a nord del centro città, direzione Mantova

- Villaggio Stranieri - Bazzarola  km 3 - est direzione Modena

Links utili

Webcam Centro Storico
QUA Pieve
QUA Ospizio
Zona a Traffico Limitato
Piano urbano della mobilità
Videopresentazione
Elenco Vie