Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Itinerari e visite / Itinerari storici, culturali / Passeggiata verso le delizie estensi in Reggio Emilia

Passeggiata verso le delizie estensi

Dal centro storico di Reggio fino alla Reggia di Rivalta (Via dei Combattenti) e oltre, attraverso Corso Garibaldi, Via Ariosto, Viale Umberto I e il parco del Crostolo, una piacevole passeggiata accompagna a riscoprire il paesaggio di questa parte di città.

Itinerario: nella prima periferia
Durata: 2.23 h, a piedi
Difficoltà: facile
Lunghezza: 12 km
Periodi di Svolgimento: primavera, estate, autunno
Modalità di Svolgimento: a piedi, in bicicletta

 

Reggia di Rivalta

La Reggia di Rivalta è una dimora storica situata nella frazione di Rivalta, distante pochi chilometri dal centro storico di Reggio Emilia. Appartenne alla Duchessa Carlotta d'Orléans e al suo sposo, il principe Francesco, figlio del Duca Rinaldo I d’Este. Fu proprio il Duca, nel 1722, a decidere di far costruire questa "Piccola Versailles" commissionando il lavoro in un primo tempo al Ferraroni e successivamente al Bolognini. La costruzione del Palazzo terminò verso il 1733, mentre il parco vide continui abbellimenti anche negli anni successivi. Tra il 1740 ed il 1760 la Reggia visse il periodo di massimo splendore, con feste grandiose che ebbero come sfondo l'armonia architettonica e paesaggistica del luogo. Il decadimento della villa iniziò nel 1796 con la caduta del dominio estense. Attualmente rimane solo l’ala sud, un tempo destinata al personale amministrativo e di servizio, ma ancora oggi si coglie l'eco dello sfarzo che i principi Francesco d'Este e duchessa d'Orléans volevano ricreare per la corte: un luogo che ricordasse la magnificenza parigina.

La Storia della Reggia: un racconto a più voci
Due o tre cose su Carlotta d’Orléans: da Versailles a Rivalta

 

 

Itinerario

L'itinerario inizia da Via Ariosto, prosegue per Porta Castello e percorre Viale Umberto I, lo "stradone" voluto nel 1788 dal duca estense per raggiungere la "Reggia". Il viale venne fiancheggiato da filari di pioppi e gelsi e da vialetti paralleli per il passeggio a piedi, vi vennero realizzati due ampie fontane e piccoli obelischi. Divenne così luogo di svago dei reggiani del tempo.

Giunti al Ponte di San Pellegrino, anch'esso risalente al 1788, inizia oggi la Pista ciclopedonale del Crostolo, da cui si raggiunge tranquillamente la dimora storica presso Rivalta. La Pista, che si percorre a piedi o in bicicletta, si trova all'interno del parco del Crostolo, anche chiamato Parco delle Caprette, esteso per 600 ettari su entrambe le rive del torrente con filari di pioppo bianco  e numerosi nuclei alberati. La passeggiata termina nelle altre due residenze del Ducato: Villa d'Este, anche conosciuta come Vasca di Corbelli, e la villa privata di Rivaltella.

Il percorso coincide con il raccordo cittadino (1° tratta) del Sentiero Matilde, percorso escursionistico che ripercorre i luoghi della Gran Contessa Matilde di Canossa, collegando Reggio Emilia, attraverso una fitta rete sentieristica, alla Garfagnana.

 

Il Progetto

Attualmente è in corso un Progetto di Riqualificazione dei Luoghi Estensi di Reggio Emilia, all'interno del più ampio Progetto “Ducato Estense”, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e che coinvolge le province di Ferrara, Modena, Reggio Emilia e Lucca. Nella nostra città i lavori saranno incentrati su:

- la Reggia ducale di Rivalta
- la Passeggiata settecentesca
- il Mauriziano