Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Arte e cultura / Opere artistiche / Obelisco di Piazza Gioberti in Reggio Emilia

Obelisco di Piazza Gioberti

L'obelisco, di granito, è alto 17,75 metri.

Nel 1842 fu abbattuto l'isolato Guaschi per lasciare posto ad uno spazio aperto e arioso, l'odierna piazza Gioberti. Allora era denominata piazza Adelgonda, in onore della principessa di Baviera neosposa, proprio in quel'anno, del principe ereditario Francesco V d' Este, per le cui nozze fu eretto l'obelisco che ancora si vede.  Il luogo fu scelto perchè prossimo al Palazzo del Governatore, residenza ducale estense.

Dal 1859, dopo la caduta degli Estensi, la piazza è dedicata a Vincenzo Gioberti.
Nel 1882 l’obelisco venne consacrato ai primi martiri della libertà, i primi caduti del Risorgimento Italiano

Nel 2019, nell’ambito del progetto di valorizzazione dell’eredità del Ducato estense, piazza Gioberti è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione – .
Il coronamento dell’Obelisco di piazza Gioberti è stato ridisegnato da una vasca di forma ellittica (che assorbe le disomogeneità geometriche e prospettiche della piazza), una sorta di “specchio” e di “velo d’acqua” di 3 centimetri, che richiama il gusto degli Este per i giochi d’acqua così presente non solo alla Reggia Ducale ma in molte delle residenze estensi, in primis nella famosa Villa d’Este a Tivoli.

Come arrivare:
in auto: lungo la via Emilia Santo Stefano
in Bus: fermata delle linee urbane 4 , 5G , 5M , E