Parco del Crostolo

Il Parco del Crostolo si estende fra l’immediata periferia sud della città (parco Monte Cisa o delle Caprette) e il confine con i Comuni di Quattro Castella e Albinea

via De Sanctis
42123 Reggio nell'Emilia
Parchi, boschi urbani, aree verdi

 

La parte del Parco del Crostolo che si estende a sud di Reggio ha un'estensione di 5,7 milioni di metri quadrati e costituisce uno degli spazi verdi naturalistici più amati e frequentati dai reggiani. Il centro urbano è collegato al Parco attraverso la cosiddetta “passeggiata Estense”, un percorso ciclo-pedonale che da Corso Garibaldi, passando per Viale Umberto I, arriva fino all’ingresso principale del Parco, dopo il ponte di San Pellegrino, per proseguire in un percorso interamente immerso nel verde, fino alla storica Reggia di Rivalta e a Villa d'Este. Si tratta dell’antico percorso che, sin dal ‘700, collegava la città interna alle mura con la Reggia di Rivalta, già definita una piccola Versailles per i suoi espliciti riferimenti architettonici allo stile francese. Affiancano la Reggia di Rivalta, anche Villa d'Este e Villa Rivaltella, che costituiscono nel loro complesso il sistema delle dimore estensi (il cui valore storico e paesaggistico è sancito dall'istituzione di una tutela ministeriale su tutta l'area).

L'area del “Parco delle Caprette” ha una superficie di 28.000 mq ed era originariamente percorsa dal greto del Torrente Crostolo che, una volta deviato il fiume e colmato il greto, diede origine all'attuale parco. Successivamente si decise di introdurvi diverse attrezzature ed arredi. Peculiarità del parco è la presenza di alcune caprette tibetane, da cui trae il nome, libere di aggirarsi all’interno dell’area verde. Nel parco è presente il Parco della mente, un percorso di esercizi per il corpo e per la mente descritti in una serie di pannelli.

Servizi: spazi gioco bimbi, servizi igenici, illuminazione, spazi sport, connessione wifi, segnaletica alberi di pregio, iniziative sportive, culturali e sociali, area sgambamento cani.



Specie arboree-arbustive più diffuse
Acer campestre, Carpinus betulus, Populus nigra, Prunus avium, Prunus padus, Prunus cerasifera, Quercus robur, Juglans regia, Robinia pseudoacacia, Crataegus monogyna, Cornus mas,Cornus sanguinea, Corylus avellana, Malus sylvestris, Prunus spinosa, Rosa canina, Sorbus domestica, Viburnum lantana, Viburnum opalus.

Come arrivare

Zona Sud della città, strada statale per Vezzano: si entra svoltando a sx da via Martiri della Bettola, all'altezza del fiorista Cilloni.Consulta la mappa