Il Giardino dell'Arca

Questo giardino è dedicato alla memoria di Alexander Langer.

Via Wagner - 42124 Reggio Emilia


Sito web
Parchi, boschi urbani, aree verdi

E' situato nel limitrofo Parco Diamante (via Wagner), a fianco di Villa Ottavi. Dove oggi è il parco, una volta sorgeva un complesso agricolo con villa padronale, del cui impianto rimangono uno splendido doppio filare di platani centenari e interessanti memorie dell’antico sistema idraulico di irrigazione. L’aspetto più interessante del Diamante è forse il Giardino dell’Arca, la cui vegetazione ha un grande significato simbolico. Ogni anno, infatti, nella sua area circolare vengono piantati alcuni alberi che rappresentano diverse fedi religiose (Buddismo, Cristianesimo, Ebraismo, Religione degli Indiani d’America, Shinto, Tao e Confucianesimo).

Questo giardino è stato dedicato alla memoria di Alexander Langer, storico difensore dell’ambiente e delle minoranze religiose ed etniche.

Un percorso ciclopedonale collega l’area delle religioni - radiosa e “solare” - a una zona “lunare” nella parte opposta del giardino, costituita da un’antica cisterna e ora usata come piccolo palcoscenico all’aperto, il cui fondale semicircolare è stato dipinto da alcuni artisti di strada/writers di “Unità di Strada”. In mezzo spicca un grande roseto a forma di cuore. La vasca, la
pista del roseto e il giardino delle religioni costituiscono un geoglifo - visibile solo a grande altezza - che forma la parola “amo”. Segni, profumi, colori, suoni e simbolismi vogliono testimoniare una speranza, un progetto di solidarietà incentrato sull’uomo, sul rispetto e sull’amore.

Superficie: mq. 17.500.