Tutto il territorio Home / Enogastronomia / Prodotti tipici / Vino Lambrusco in Reggio Emilia

Vino Lambrusco

La caratteristica principale del lambrusco è quella di essere un vino frizzante, che nella tradizione andava incontro ad una rifermentazione spontanea in bottiglia nel periodo primaverile.


Strada dei Vini e dei Sapori Colli di Scandiano e Canossa

Con il termine "Lambrusco" si indica una famiglia di vitigni di matrice comune, da sempre coltivati in Emilia, in particolare nelle province di Reggio Emilia e Modena, in parte a Parma, sconfinando, nel Mantovano. Il Lambrusco Reggiano deriva da un uvaggio tra i seguenti vini: Lambrusco Salamino, Lambrusco Marani, Ancellotta, Maestri, Montericco, Malbo Gentile. Il Lambrusco viene generalmente vinificato in rosso o in rosato anche se con i nuovi disciplinari è possibile produrre uno spumante bianco da uve lambrusche. La gradazione alcolica complessiva minima naturale è di gradi 11%, sapore asciutto o amabile, non molto di corpo, armonico, fresco e gradevole. Il vino viene venduto anche sfuso in damigiana presso le cantine della provincia.

Zona tipica di produzione

Reggio Emilia

Consorzio Promozione e tutela dei Vini Reggiani
A salvaguardia della tipicità e delle caratteristiche organolettiche del vino i produttori della provincia di Reggio Emilia danno vita, il 25 febbraio 1972 al "Consorzio per la tutela del vino Lambrusco Reggiano" successivamente denominato "Consorzio tutela del Vino Reggiano Doc" : Nel Dicembre del 2000 è nato, per volontà dei produttori, il "Consorzio per la Promozione del marchio storico del Lambrusco Reggiano" con l'intento di promuovere e pubblicizzare sul mercato nazionale ed internazionale le caratteristiche organolettiche del Vino Doc Reggiano e IGT Emilia.

Consigli di utilizzo

Il Lambrusco va servito giovane (va bevuto nella primavera successiva alla vendemmia), si accompagna perfettamente alla cucina tradizionale a base di lasagne al sugo di carne, lessi, zampone, cotechino e salumi. Va servito fresco (16°) e stappato al momento, tenendo la bottiglia leggermente inclinata in avanti.

Cenni storici

Già i Romani avevano osservato la vocazione enologica della terra reggiana avendo avuto modo di apprezzare i talenti della vite Lambrusca, aggrappata, anzi, "maritata" all'olmo. I grappoli di quella vite danno corpo ad un vino frizzante che sempre accompagna la cucina tipica reggiana. Il lambrusco è un prodotto tipico che oggi dà lavoro a diverse piccole e medie imprese che nell'economia locale hanno un peso importante. Di colore rosato, frizzante, il Lambrusco si accoppia egregiamente con i primi ed i secondi piatti della cucina locale.