Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Arte e cultura / Musei, gallerie / Museo Civico "Il Correggio" in Correggio

Museo Civico "Il Correggio"

Il Museo, situato nelle sale del Piano Nobile del Palazzo Principi, raccoglie opere e materiali di rilevante interesse artistico proveniente da varie chiese, proprietà pubbliche e collezioni private dei Da Correggio.

Informazioni

Corso Cavour, 7 - 42015 Correggio
Telefono -  Phone 0522 691806
Email museo@comune.correggio.re.it
Sito web - Website Museo Civico Il Correggio

Orari

Orario invernale
Sabato
15:30 - 18:30

Domenica e festivi
10:00 - 12:30
15:30 - 18:30

Riapertura dal 5 settembre 2020 con 3 importanti eventi espositivi (visitabili negli orari di apertura del museo):

1) Vestito da homo dabbene. La moda maschile nei ritratti correggesi del Cinquecento e del '600 (5 settembre-10 gennaio 2021)
2) L'Ottocento ritrovato. Dipinti inediti di maestri emiliano-romagnoli da Fontanesi a Boldini (5 settembre-10 gennaio 2021)
3) Alchemica elegia. Le stampe originali del Laboratorio di Arte Grafica di Modena 1979-2020 (5 settembre-11 ottobre 2020)

Durante la settimana è possibile la visita con richiesta telefonica (0522 691806) - almeno un'ora prima della visita per verificarne la possibilità - nei giorni: da martedì a venerdì 9.00 - 12.00 lunedì, martedì, mercoledì e giovedì anche 16.00 - 18.00

Tariffe

Ingresso gratuito

Come arrivare

Correggio

In auto
Percorrendo l'autostrada A22 Modena-Brennero, uscire al casello di Carpi e seguere le indicazioni per Correggio (percorrendo quindi la SS468 verso Sud). 
Percorrendo l'autostrada A1 Milano - Bologna, uscire al casello di Reggio Emilia e seguire le indicazioni per Carpi-Correggio (percorrendo così la SS468 in direzione Nord).

In treno
Le stazioni ferroviarie più vicine a Correggio sono quelle di Reggio Emilia sulla tratta Milano-Bologna (circa 20 km da Correggio) e di Carpi sulla tratta Modena-Verona (circa 7 km da Correggio).

In autobus
da Reggio Emilia, Piazzale Europa, si può raggiungere Correggio con gli autobus di linea n. 43 e 82

Cenni storici

Posto all'interno del Palazzo dei Principi, il Museo Civico conserva tra gli altri, opere del Mantegna e del Correggio. Espone reperti archeologici del correggese, monete della zecca di Correggio, opere d'arte provenienti dalla città e dal territorio tra cui pregevoli lavori di Andrea Mantegna, Girolamo Donnini, Mattia Preti, Baldassare Aloisi detto il Galanino, Francesco Madonnina, Mauro Soderini, Luigi Asioli, Adeodato Malaltesta, Vincenzo Vela.

Sono visitabili al I° piano cinque sale così suddivise:
- Sala dei depositi archeologici e delle raccolte numismatiche e medaglistiche: dove si trovano i reperti più significativi di epoca preromana, romana, medievale e rinascimentale rinvenuti nel territorio correggese. Una vetrina è dedicata ai rinvenimenti intorno all'area del castello di Canolo.
Sono esposte anche monete delle zecca di Correggio dei secoli XVI e XVII e medaglie legate ai personaggi della storia cittadina.

- Sala del Mantegna: nota anche come "Sala Magna" o "Sala del Camio", è caratterizzata dal monumentale soffitto cassettonato, dal sottostante fregio affrescato e dal pregevole camino. Vi sono esposte numerose opere, tra cui "Il Redentore" di Andrea Mantegna del 1493, la "Madonna del Rosario" di Francesco Madonnina, un altarolo ligneo (piccolo altare di legno) e un "Cristo deposto" (ambedue del secolo XV).

- Sala degli Arazzi: vi è esposto il cinquecentesco paramento di arazzi, composto da 9 grandi pezzi e due candelieri di manifattura fiamminga. Sono altresì esposti ritratti dei da Correggio e di membri della corte, quadri di soggetto sacro e una pianta della città di Correggio (ca. 1630).

- Galleria del Seicento e del Settecento

- Sala del Correggio: vi sono esposte, a rotazione, numerose incisioni di traduzione dall'opera del Correggio.
Nella sala figurano anche altre opere legate ad Antonio Allegri e alla sua opera

Al II° piano, solo per gruppi organizzati e su prenotazione, sono visitabili:
- Sala dei dipinti e sculture dell'800
- Galleria dei ritratti
- Salone delle Capriate
- Salone degli archivi