Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Arte e cultura / Musei, gallerie / Museo della maschera di Carnevale in Castelnovo di Sotto

Museo della maschera di Carnevale

Centro di documentazione e ricerca. Raccolta di maschere, antichi stampi in metallo e modelli originali in gesso, acquistata nel 1997 dall'Amministrazione Comunale, che nel 2002 si è arricchita con la collezione di maschere donata al Comune da Eugenio Gabrielli.

Indirizzo e contatti

Piazza IV Novembre, 1 - 42024 Castelnovo di Sotto
0522.485736 Ufficio cultura
cultura@comune.castelnovo-di-sotto.re.it
Museo della maschera di Carnevale

Orari

Dal Lunedì al Giovedì, dalle 9.00 alle 13.00
Martedì dalle 15.00 alle 17.00
Venerdì e Sabato dalle 9.00 alle 12.00

Per visitare il Museo è comunque necessaria la prenotazione telefonando all'Ufficio Cultura, che vi metterà in contatto con l'Associazione "Al Castlein", che vi darà appuntamento in base alla disponibilità dei suoi volontari, esperti nella materia.

Aperture straordinarie sono, di norma, previste nei giorni delle sfilate del Carnevale, durante le Fiera di S. Andrea (30 Novembre) e la Fiera dei Cavalli (seconda domenica di Aprile).

Tariffe

Ingresso gratuito

Come arrivare

Vedi le indicazioni per raggiungere Castelnovo di Sotto

Notizie storiche

Il Museo della Maschera del Carnevale - Centro di documentazione e ricerca, inaugurato nel 2007, è collocato al 2° piano della storica Rocca Municipale, sede degli uffici comunali.
Un patrimonio unico sotto il profilo storico-artistico, complessivamente costituito da 182 pezzi, riconducibile all'esistenza, presso il Comune di Castelnovo di Sotto, di una fabbrica artigianale di maschere, fondata nel 1810 da Prospero Guatteri e rimasta attiva fino al 1933, di riconosciuta importanza per l'alta qualità dei prodotti realizzati e per la capacità di esportare manufatti in diversi paesi europei (Svizzera, zone d'oltre Brennero, Tirolo tedesco, Francia) fin dall'inizio della sua attività.

Il rilevante interesse culturale delle collezioni è, inoltre, dato dal fatto che attraverso i modelli in gesso, gli stampi e i materiali per la stampatura, le maschere grottesche cerate e i modelli in raso di diversi colori, dalla squisita fattura dovuta alla perizia tecnica di veri e propri artisti più che di semplici artigiani, è possibile documentare tutte le fasi di creazione, lavorazione e produzione delle diverse tipologie di maschere rappresentate, utilizzate per celebrare il carnevale.
Il valore storico-artistico di questo patrimonio è stato riconosciuto anche dalla Provincia di Reggio Emilia e dalla Regione Emilia Romagna, che hanno sostenuto l'impegno economico del Comune di Castelnovo di Sotto, contribuendo al finanziamento, tramite la L.R. 18/2000, degli interventi di inventariazione, catalogazione e restauro delle opere e di allestimento degli spazi museali.
Le opere selezionate sono disposte all'interno di un percorso a carattere didattico-museale, che, ricollegandosi alla tradizione del Carnevale di Castelnovo di Sotto, illustra la storia della maschera carnevalesca e le operazioni creative e tecniche che sono alla base della sua realizzazione.