Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Arte e cultura / Musei, gallerie / Museo Multimediale della Bonifica in Boretto

Museo Multimediale della Bonifica

Nella suggestiva atmosfera della Chiavica di presa irrigua di Boretto è possibile visitare il Museo Multimediale della Bonifica

Indirizzo e contatti

Via Argine Cisa, 62 - 42022 Boretto
Telefono 0522 443211
Telefono 0522 443251 - Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale
Cellulare 335 5335139
Email info@ilpaesaggiodellabonifica.it
Sito web Museo Multimediale della Bonifica
Sito web Musei di Boretto
Facebook Mab - Musei

Orari

Da Aprile a Settembre
Domenica e festivi 09:30 - 12:30 / 15:30 - 18:30 (salvo maltempo)

Luglio e Agosto
Domenica e festivi 09:30 - 12:30 / 16:00 - 19:00 (salvo maltempo)
Altri giorni
Cellulare 335 5335139 (su prenotazione)

Per scolaresche e gruppi è gradita la prenotazione

 

Durante la settimana è possibile visitare il Museo su prenotazione. In concomitanza delle aperture del Museo è possibile la navigazione sul Po con la Motonave Padus con partenza dal pontile San Marco (Lido Po Boretto). La durata della navigazione è di un'ora circa e il costo va da € 10,00 a € 15,00.

Tariffe

€ 2,00 (gratuito per bambini fino a 10 anni)

Come arrivare

Boretto

In auto
Da Reggio Emilia: prendere SP358 (km 30)
Dalla A1 MI-BO: uscita Reggio Emilia poi seguire direzione Castelnovo Sotto (km 30)
Dalla A22 (Modena – Brennero): uscita Reggiolo/Rolo, seguire direzioni per Guastalla (km 25)

In treno
Dalla stazione FS di Reggio Emilia Linea TPER Reggio Emilia-Guastalla, poi Linea TPER Parma-Suzzara

In bus
Da Reggio Emilia: Piazzale Europa, servizio di trasporto pubblico autobus n° 93 Reggio Emilia - Boretto

In nave
Da Mantova: c/o attracco Laghi
Da Cremona: c/o Porto Fluviale

Cenni storici

La chiavica di presa irrigua di Boretto, a ridosso del fiume Po, edificata alla fine degli anni venti del '900 insieme all'edificio gemello di contro-chiavica, è un tipico esempio di architettura littoria, dall'aspetto imponente e solenne che si staglia con la sua altezza di quasi 20 metri su un paesaggio agricolo e golenale tipicamente orizzontale.

Il Museo è la tappa iniziale del lungo percorso "Il Paesaggio della Bonifica", un itinerario naturalistico, culturale, multimediale, sociale per un turismo consapevole.