Bibbiano

Il Comune sorge in zona pedecollinare, un tempo alveo del fiume Enza. Da oltre sette secoli è rinomato per la produzione del Parmigiano-Reggiano, da cui la definizione "Culla del Grana".

Informazioni e contatti

CAP: 42021
Altitudine m: 121
Abitanti: 10258 al 1 gennaio 2015
Fiera: Terza domenica di Settembre
Giorno di mercato: Sabato
Distanza da RE: km. 16
Frazioni: Barco, Corniano, Ghiardo, Piazzola
CAP: 42021
Altitudine m: 121
Abitanti: 10257 al 31 dicembre 2018
Fiera: Terza domenica di Settembre
Giorno di mercato: Sabato
Frazioni: Barco, Corniano, Ghiardo, Piazzola
0522.253211
urp@comune.bibbiano.re.it

Come arrivare

da Reggio Emilia: strada provinciale direzione Montecchio, quindi svoltare a Cavriago direzione Bibbiano;

dalla Stazione FS ferrovia locale Reggio Emilia/Ciano d'Enza.

Notizie storiche

Bibbiano sorge su un territorio ricco e produttivo e le pianure che caratterizzano l'attuale paesaggio sono di epoca remota, risalgono a quando il mare ritirandosi ne ha determinato la formazione (era quaternaria). La fertilità delle terre e l'attività contadina hanno sviluppato l'agricoltura che per secoli è stata la principale fonte di sostentamento per gli abitanti della zona. In questo territorio si produce da oltre sette secoli il famoso Parmigiano Reggiano tanto che il paese di Bibbiano è stato denominato "Culla del Parmigiano-Reggiano".
I primi insediamenti ad opera degli Etruschi risalgono tra il 600 ed il 500 a.C. Trecento anni dopo ha inizio la colonizzazione di Roma con la costruzione delle prime vie di comunicazione.Nel XI secolo Bibbiano è parte dei territori amministrati da Matilde di Canossa. Dopo la morte della Contessa avvenuta nel 1115 le lotte di successione si protraggono per oltre 300 anni. Nel XVI secolo il territorio bibbianese viene sconvolto da una serie di razzie dovute ai soldati francesi e spagnoli. Il periodo successivo si caratterizza soprattutto per l'abbandono delle terre e le conseguenti carestie.Comune d'Italia dal 1861.
 Al centro della rotonda di Barco, sulla Provinciale 28 , crocevia importante per Cavriago e Reggio, è posizionata una scultura di Michelangelo Galliani rappresentante una punta di Parmgiano Reggiano di 32 tonnellate di marmo di Carrrara per tre metri d'altezza.

Il monumento al Re dei Formaggi celebra la storica "Culla del Parmigiano Reggiano" ed il suo ricco patrimonio di memorie e talenti.

Links utili